Amleto A luci spente

Azione teatrale interattiva e itinerante
Ispirata all’omonima opera di William Shakespeare
Nata da un’idea della Federazione Italiana Teatroterapia e della Molino D’Arte Compagnia Teatrale

Messa in scena con Adattamento e Regia di Adriana Coletta
in collaborazione con i ragazzi di Amici Nostri Lab

Personaggi ed interpreti
Amleto Nicola Anaclerio
Amleto Padre Nicola Inzucchi
Ofelia Marezia Cazzolla
Laerte Tony Fanelli
Claudio Piero Cosimo Ippolito
Gertrude Linda Ivone
Sentinelle Angela Marghisi, Rosa Minelli, Luisa Longo
Coro Adriana Coletta, Arianna Logreco, Stefano Campanella,Gianluca Mezzapesa, Dadda Sportelli, Gregorio Saracino

TRAMA

Da un’idea della Federazione Italiana Teatroterapia e della Compagnia Molino D’Arte di Altamura, Amleto a Luci Spente, rivive fra le stanze di uno storico palazzo grazie alla collaborazione con il gruppo di allievi del progetto Amici Nostri Lab.

Lo spettacolo conserva solo il nucleo interattivo dell’idea originale e si trasforma in un vero e proprio percorso nel quale il pubblico, guidato da una compagnia di teatranti di corte, stanza dopo stanza, conosce i personaggi della tragedia shakespeariana.
L’Amleto infatti si trasforma in esperienza, nella quale il testo diventa solo un pretesto per poter capovolgere lo stile comunicativo del teatro.
Lo spettacolo così si articola in due fasi: una prima itinerante e, solo a fine, una parte interattiva.
In quest’ultima gli spettatori, bendati, vivono la tragedia di Amleto attraverso i sensi. L’eliminazione delle immagini visive permette infatti di dare uno spazio maggiore al tatto, all’olfatto, al gusto e all’udito, sensi solitamente poco stimolati.
In generale si ha la sensazione, in entrambe le fasi, di essere parte dello spettacolo, abbattendo la cosiddetta “quarta parete”.

Galleria