Memorie

Spettacolo – Rievocazione

Testo e Regia Adriana Coletta

Personaggi e interpreti
Lo scrittore Angelo Barone
Prima anima, la madre Arianna Logreco
Seconda anima, l’uomo Gregorio Saracino
Terza anima, la sorella Adriana Coletta
La popolana Liliana Simone
La bambina Sonia Sophia Galullo
La bambina Benedetta Benedetta De Michele
Il gruppo delle memorie
Il gruppo del popolo

“Tutto è dimenticato, eccetto che da noi, le memorie, che siamo dimenticate dal mondo”
Antologia Spoon River

TRAMA

Il lavoro – avviatosi dallo studio di documenti storici relativi alla peste che si abbatté sulla cittadina di Castellana Grotte,  fra il 1690 e il 1691 – dà voce, attraverso fatti volutamente romanzati e attualizzati dal punto di vista del linguaggio, alla memoria di quei tragici giorni.

Un vecchio scrittore malato riceve nel suo studio tre anime, le vede, le sente e ne sente il dolore che traspare dai loro racconti. L’ultima anima in visita gli rivelerà la ragione di tutto questo: lo scrittore ha un compito, ovvero scrivere i tormenti, le vicende e la vita di queste anime per consegnarle alla storia attraverso le pagine di un libro, “Memorie” appunto. Lo scrittore stesso è l’ultima anima da consegnare all’avvenire, l’ultima Memoria da non dimenticare.

Memorie vuole essere uno spettacolo-rievocazione, un testo per segnare l’importanza di concetti come memoria, ricordo, anche al di là della peste castellanese, vuole essere un monito alla storia che investì Castellana, al di là dei festeggiamenti che poi si sono sviluppati attorno allo stesso avvenimento.

Memorie di vite spezzate a causa di una malattia.  Memorie che valgono per sempre.

Galleria