La Storia

l Gruppo Teatrale nasce a Castellana Grotte nell’agosto 2000 e nel 2013 si affilia FITA – Federazione Italiana Teatro Amatori, partecipando, fra l’altro, con diversi suoi membri, all’Accademia Nazionale del Teatro Fita in occasione della Festa del Teatro organizzata dalla stessa Federazione.

La compagnia produce spettacoli in vernacolo e in lingua, partecipando a Rassegne Nazionali e Regionali e, attraverso l’attività teatrale, si occupa di cultura a trecentosessanta gradi, tenendo a cuore il sociale e la pedagogia teatrale per i ragazzi.

Teatro in vernacolo

In scena alcuni dei classici del teatro partenopeo o riadattamenti di commedie col dialetto locale, fra queste: Non ti pago e Il dono di Natale di E. De Filippo, Un suicidio collettivo di P. De Filippo, La figliata di Viviani, Il medico dei pazzi di Scarpetta, Le sorprese del divorzio di Bisson e Mars, Il morto sta bene in salute, Don Pasca’ Fa Acqua ‘A Pippa e 14 ‘o Pittore e 22 ‘a Pazza di Maio, Il tacchino di Feydeau, I casi sono due di Curcio, Mi è caduta una cavalla nel letto di Bonardi.
Attualmente in scena con Prendo in prestito tua moglie di Luca Franco.

Teatro in lingua

Prima con Il letto ovale di Ray Cooney e John Chapman che porta a casa 9 premi nazionali e fa parte di ben 5 Rassegne Teatrali, poi con Ecco la Sposa! degli stessi autori che, attualmente attivo come spettacolo con date fino al 2018, conta già 17 premi nazionali, 4 Rassegne Teatrali, una stagione teatrale con la collaborazione del Teatro Pubblico Pugliese. Spettacolo inoltre ritenuto idoneo per la manifestazione “Ripartiamo con un sorriso”, iniziativa promossa dalla FITA in favore delle Regioni terremotate e finalista per “Scena.0” poiché fra i 5 migliori spettacoli di tutta la Puglia nella stagione 2016/2017.

Esperimenti – Dalla tragedia al teatro ragazzi

Prima con Medea-una donna, una madre, spettacolo che conta due premi nazionali e una stagione teatrale, poi con una serie di piccoli appuntamenti dedicati ai ragazzi, mettendo in scena testi come Mix, Max e Mex, ispirato a “Storia di un gatto e del topo che diventò suo amico” di Luis Sepùlveda, La strada per chissà dove, ispirato a “Le altre Cenerentole” di Ongini-Carrer, e Una valigia di storie, ispirato a “Il cammino dei diritti” di Rivola-Carioli.

Nel sociale

Consolidate collaborazioni con le sezioni locali di FIDAS, FRATRES, ADMO e Telethon, negli ultimi anni la compagnia si è fatta ideatrice e promotrice nel proprio territorio di numerose iniziative culturali, alcune delle quali in collaborazioni con altre associazioni locali, con l’amministrazione comunale, o in collaborazione con strutture pubbliche e/o private del territori.
Rilevanti gli spettacoli teatrali scritti e diretti per la festività delle Fanove, per l’evento della Giornata Mondiale del Teatro e l’organizzazione di Madrelingua, progetto culturale sulla valorizzazione della lingua e delle tradizioni del territorio locale.

2000

Le origini

Un gruppo di adolescenti, affascinati dal teatro conosciuto fra i banchi di scuola grazie al Prof. Franco Lestingi, comincia a mettere in scena piccoli sketch, fra prove in un garage e messe in scena tra parenti e amici. 

2005

Il primo spettacolo

Ancora in “luoghi di fortuna” la compagnia mette in scena “Un indimenticabile viaggio di nozze” adattato e diretto da Mario Lasorella.

2009

La costituzione dell’Associazione

Amici Nostri da un gruppo di amici diventa legalmente un’ Associazione Culturale e Teatrale iscritta alla UILT(Unione Italiana Libero Teatro). Presidente è Stefano Campanella, mentre la direzione artistica è di Mario Lasorella.

2013

Nuova Presidenza

Gregorio Saracino viene nominato presidente e ne detiene tutt’ora la carica. L’Associazione nello stesso anno  si affilia alla FITA (Federazione Italiana Teatro Amatoriale) iniziando un percorso di collaborazione che prosegue anche oggi.